Immersioni a Oshikoto

Tutte le immersioni a Oshikoto vengono effettuate nell'entroterra, il che significa che vengono effettuate in grandi laghi di dolomia che si sono formati quando le grotte dolomitiche sono crollate, rendendo questa una destinazione unica per le immersioni. Si tratta di una gemma nascosta unica, per cui potrete trovare siti di immersione non affollati. I siti di immersione che non potete assolutamente perdervi sono il lago Otjikoto, il lago Guinas, il lago Harasib e Dragons Breath. Oshikoto prende il nome dal lago Otjikoto, uno dei due laghi naturali permanenti della Namibia, ed è solo una delle 14 regioni del paese. L'altro lago naturale permanente è il Lago Guinas; si tratta di una dolina che raggiunge una profondità di 130 metri (426,5 piedi). Il periodo migliore dell'anno per recarsi in questa zona è da aprile a novembre, quando le condizioni per le immersioni sono le migliori. Questa regione ospita alcune specie di pesci endemici come la tilapia Otjikoto, conosciuta anche come Tilapia guinasana, un pesce in via di estinzione che si presenta in molti colori diversi come il nero, il blu, il verde, il giallo e il bianco. Oshikoto ha acque cristalline con un'ottima visibilità e una buona temperatura media. Potrete esplorare le grotte sottomarine e nuotare sott'acqua. Questa regione è la migliore per i subacquei tecnici e i viaggiatori che amano le esperienze emozionanti.

Siti di immersione da visitare a Oshikoto

Punti di interesse a Oshikoto

Incontri con la fauna selvatica a Oshikoto

Immersioni a Oshikoto troverete la rara Tilapia guinasana, una specie che si alleva in bocca, una specie unica in questa regione. Troverete anche altre specie di pesci rari come la Clarias cavernicola, che vive nelle acque brillanti del lago, così come le specie insolite di orata nana e Pseudocrenolabrus philander dispersus, che si trovano in numero minore. Immersioni subacquee in queste acque blu, vedrete un tesoro di pezzi di artiglieria scaricati, più di 400 scatole di munizioni e altri materiali bellici della prima guerra mondiale, che ne fanno un museo subacqueo di fama mondiale.